30

Una Geniaccia sul Divano – Ode alla pigrizia e alla misantropia

La pigrizia mi impedisce di fare molte cose – la mia vescica lo sa bene – ma, in compenso, mi ha permesso di far chiarezza su ciò che realmente amo, portandomi a rivalutare le mie priorità.

Ora so che in cima alla lista delle cose che amo c’è il divano.

Provo una grande attrazione anche per il letto.

Le poltrone, no, ci si sente soli.

Non so se sia disposta a condividere il divano con qualcuno, ma mi piace avere l’impressione di poterlo fare quando voglio, di poter cedere parte del mio spazio da un momento all’altro.

Osservare gli spazi vuoti sul divano riempirsi e dar vita ad un ozio condiviso.

Quando gli spazi non si riempiono, la solitudine si fa strada, spesso in veste di conseguenza.

Ho sempre voluto innanzitutto essere libera. Libera di allontanare il mondo e delineare i confini: ciò che è mio, ciò che è tuo.

Il divano è mio, ora andatevene. 

Annunci