16

La Geniaccia, Lo Specchio e La Paura

Vi è mai capitato di guardarvi allo specchio e non riconoscervi?

L’immagine riflessa non vi appartiene e vi fissa minacciosamente.

Osservate attentamente ogni centimetro del vostro corpo, dalle dita dei piedi fino all’ultimo capello.

Ancora nulla.

Non demordete.

Vi avvicinate allo specchio per guardarvi meglio, ma la paura e gli affanni offuscano il vetro e non vedete più nulla.

Questo vi rincuora.

A volte il terrore si insinua nella vostra esistenza con un impeto ed una velocità tale da farvi implorare il cielo affinché spariate.

Correte, inciampate, vi rialzate. Vi chiudete in una stanza solitaria e al buio riflettete.

Nella testa risuona una dolce cantilena che vi sembra familiare: è la voce di vostra madre. Tendete le braccia, sfiorando l’ombra di un ricordo, quando, ad un certo punto, avete l’impressione di non esser voi ad agire e vi stringete le mani quasi a volerle strappar via.

Improvvisamente il silenzio rimbomba e copre il rumore dei pensieri e di ogni melodia nostalgica che la vostra mente rievocava per paura di crollare.

Abbracciate il dolore e vi lasciate cullare da un’incertezza che non ha risposte, ma solo domande:

“Chi sono?”

Forse gli stessi che fino a ieri facevano progetti con la consapevolezza di avere in pugno la vita.

“Perché tutto questo?”

Ricercate quella sottile logica del dolore che possa dare un senso ai vostri turbamenti, ma, delusi, tremate, imprecate e, poi, ancora tremate.

Vorreste strapparvi i vestiti, perché vi stanno stretti.

Vorreste strapparvi la pelle.

Vorreste guardarvi dentro e prendere a sassate il vostro dolore, per, poi, fingere che non sia mai esistito.

Vi vestite di tutto punto, indossando la vostra bugia migliore. Parlate del tempo che fa, mentre dentro di voi tutto muore.

Appassiscono le viole, ma, poi, rinascono più belle di prima; chissà se la cosa non valga anche per voi, chissà se la cosa non valga anche per me.

La verità è che se mi fisso allo specchio non mi riconosco più.

Il mio corpo non mi farebbe mai del male. Questa non sono io.

Si chiude il sipario, bonsoir mes amis.

Annunci