La Geniaccia ed Il Cattolicesimo

Qualcuno vuole ch’io diventi cattolica.

Qualche giorno fa, un po’ per scherzo, un po’ per convinzione, ho esclamato: “Un giorno diventerò credente, me lo sento”. Non chiedetemi perché, è soltanto una sensazione, sta di fatto che, dopo aver pronunciato tali parole, sono accadute cose strane, cose molto strane, cose così strane che se ci fosse la cosa più strana del mondo sarebbe di certo una cosa tra le cose strane che mi sono stranamente accadute. Che strano, eh?!

Prima cosa strana: sono in treno (come al solito, aggiungo) (dura la vita da pendolare), quando, subito dopo aver pronunciato le suddette parole legate ad una mia futura conversione, spunta un signore dal volto anonimo, simile ad un attore scarso qualsiasi di Un Posto Al Sole o ad un ferramenta di Pescasseroli, che mi porge un opuscolo con scritto: “Vale la pena!”. I caratteri insignificanti e l’immagine in prima pagina (un paesaggio simile alle colline di Windows) rendevano il tutto estremamente ambiguo, ma, completamente annoiata, inizio a leggerlo.

Era un opuscolo cattolico che incitava la massa ad abbracciare il cattolicesimo, perché, appunto, ne vale la pena, attraverso frasi incisive, ma allo stesso tempo opinabili, circa la salvezza eterna, la pace nel mondo e, sì, insomma, quelle cose lì.

Seconda cosa strana: mi arriva un messaggio con su scritto che se non avessi inoltrato il medesimo a dieci persone, avrei negato il Signore e quest’ultimo avrebbe, pertanto, negato me. Ah, con tanto di preghiera incorporata, per rendere il tutto più credibile.

Ora, io non voglio aprire un dibattito sulle confessioni religiose ed i rispettivi precetti, principi o quant’altro, lungi da me! La cosa che mi turba e che mi spinge a scrivere un post a riguardo è fondamentalmente la seguente: per caso dico che, prima o poi, mi sarei avvicinata alla religione (senza specificare quale) e subito qualcuno lassù si sente in diritto di inviarmi segnali inequivocabili.

Lancio, quindi, un appello al Dio dei sedanini, che dall’alto mi osserva e si diverte a lanciarmi messaggi subliminali: carissimo, mi sento violata, smettila di spiarmi o ti denuncio per stalking. Uno non è nemmeno più libero di dire una cosa, oh.

Inoltre, spero vivamente che la comunità cattolica, evidentemente in crisi dopo gli scandali ecclesiastici, sappia che non è sufficiente ricorrere ad un opuscolo privo di significato per avvicinare la gente alla preghiera: serve ben altro, magari un po’ di coerenza e ammodernamento, che non fa mai male.

Annunci

25 thoughts on “La Geniaccia ed Il Cattolicesimo

  1. Io sto iniziando a pensare che la chiesa di questi scandali ci viva!
    Per cui il credente procede così: più vedo cose cattive più lotto affinché gli altri vedano solo il buono della cosa. E (i pochi che si salvano) diventano ancora più credenti.
    Ma comunque… se hai questi poteri dovresti esclamare “un giorno diventerò miliardaria, me lo sento!” 😛

  2. Io sono Pastafariana. La pasta è la mia unica religione, rAmen!
    Cazzate a parte (seeeh, e chi ci crede!) secondo me hai scatenato il Karma bigotto o, nel caso peggiore, i bigotti ti spiano con delle cimici, quindi hanno iniziato a mandarti finti segnali per accelerare la conversione D: ci spianoooooooooo!!!!

  3. Dillo che ti sei lasciata convincere dall'”esorcismo” di Papa Frank.
    Dillo che hai il cartonato di suor Germana su un altarino nella tua cameretta.
    Dillo che vuoi fare la valletta in “a sua immagine” a fianco di Rosario Carello.

  4. A me è capitata la stessa cosa, gli ho risposto semplicemente “Lo so, grazie”, mentre dentro di me pensavo che quello è il peggior modo dare testimonianza della fede cattolica, di fatti ha un nome preciso: proselitismo. Faccio volontariato da anni presso i carcerati, quasi nessuno di quelli che ho incontrato sa che sono un credente, quasi tutti sanno che sono gentile, amorevole e irrimediabilmente contento di vivere… per questo ho detto “Lo so, grazie”. Riguardo a te se sei gentile, amorevole e irrimediabilmente contenta di vivere perché sei atea (per esempio), a me va bene così, perché non differisci in nulla da me nel dare testimonianza silenziosa di chi è Dio.

  5. Attenzione a dichiarare qualcosa…. le parole sono potenti! Te ne sei accorta anche tu. Non funziona sempre, ma nell’80 % dei casi si. Non so dirti il perchè di quel 20% refrattario, ma quando dichiari qualcosa a voce alta con convinzione (senza strafare, eh!), i puntini luminosi ti ascoltano ed esaudiscono, almeno un pò 😀 Ecco, adesso tutti sanno che sono matta, pazienza , mi nascondevo bene 😉

    • Non sai quante volte ho voluto sposarmi con Colin Firth, non sai quante volte ho gridato il suo nome, nel buio di una stanza o sotto l’ombra di una quercia (no, non è vero). .. eppure..

  6. Guarda “geniaccia” che, essendo entrato nel tuo blog per curiosare, ho letto il tuo post e mi sono soffermato soprattutto su quando ti rivolgi a qualcuno “lassù” pregandolo di smetterla di spiarti salvo denuncia penale.
    Personalmente penso che “lassù” non ci sia NESSUNO e che se ci fosse se ne fregherebbe altamente di noi quaggiù. Credo anche che tutto si svolga quaggiù e la vita di una poendolare è uno degli aspetti più “infernali” che lo dimostri.
    Con simpatia. Ciao, felice notte e buona domenica.

  7. Ammetto di averlo letto veramente tardi questo articolo! Mea culpa.
    C’è poco da fare, se Dio, come emissari, ti manda i testimoni di Geova alle 7 del mattino di domenica non è una presentazione con i fiocchi eh… Potrebbero girarti un pochino, no? Dico io, e poi si lamentano dall’aumento esponenziale del satanismo… Ah beh…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...